Forse non ci soffermiamo molto a riflettere su un dato altamente significativo: il cotone non è semplicemente uno dei tessuti più adoperati in camera da letto ma addirittura risulta essere in assoluto il primo materiale con cui veniamo a contatto da neonati. Si tratta di una fibra tessile fresca e morbida molto apprezzata dalla nostra pelle ( forse la preferita in assoluto ) e grazie alle sue benefiche virtù è anche uno dei tessuti prescelti per la realizzazione di biancheria da letto, materassi e guanciali. Insomma il cotone ci accompagna sin dalla nascita e continuerà a farlo per molto altro tempo ancora.

LA STORIA DEL COTONE

L'etimologia del termine è da far risalire al termine arabo Katun che, tradotto letteralmente, significa 'terra di conquista'. Si tratta di una pianta arbustiva, originaria dell'India, dell'Africa e delle Americhe  dove veniva coltivata sin dal secondo millennio a. C., e fu importata nel Vecchio Continente dagli Arabi solo attorno all'anno mille. Il batuffolo di cotone 'sboccia' quando il fiore viene fecondato all'interno di una capsula che giunta a maturazione si apre in 4 parti mostrando così il frutto. In Italia la fibra tessile approda in Sicilia nel IX secolo. All'epoca il cotone veniva considerato un filamento pregiato. Bisogna aspettare altri per secoli per la sua diffusione che avvenne in coincidenza con la scoperta delle Americhe dove fu trovata una pianta di cotone differente  da quelle possedute in Europa perchè molto più adatta alla filatura.  Nel XIX secolo il cotone smise di essere a tutti gli effetti un prodotto di lusso imponendosi sul mercato mondiale:  tutto merito delle veloci macchine per filare e tessere.

PERCHÉ E' LA FIBRA TESSILE MIGLIORE DURANTE L'ESTATE

Si tratta di una fibra tessile caratterizzata da proprietà che la rendono praticamente insostituibile. Non solo è facilmente filabile e colorabile, ma il suo punto forte è il comportamento nei confronti dell'umidità e dell'acqua che nessuna altra fibra, artificiale o sintetica che sia, sarà mai in grado di eguagliare. Il cotone, infatti, è un tessuto altamente assorbente. Poco importa se sia  il sudore o l’umidità dell’ambiente. La sua reazione non cambia. E' infatti capace di un recupero di umidità moderato in condizioni normali e molto alto in caso di umidità eccessiva. E non solo. Il cotone è anche in grado di assorbire grandi quantità di acqua per azione capillare, addirittura fino a 27 volte il suo peso in acqua. Per non parlare poi della sua elevata traspirabilità. Si tratta infatti di una fibra tessile che assorbe il sudore per poi rilasciarlo facilitando così la termoregolazione. Non esiste insomma prodotto migliore d'estate e anche d'inverno.