Rilassarsi un po' davanti alla televisione prima di andare a dormire potrebbe sembrare un'abitudine del tutto inoffensiva. Si sceglie la trasmissione preferita, ci si distende, ci si lascia ipnotizzare e, alla fine, in caso di fortuna estrema, ci si addormenta. Alzi la mano chi almeno una volta nella vita non ha provato l'ebbrezza di una simile avventura. Se però il tuo obiettivo è quello di dormire bene, allora faresti bene a spegnere immediatamente la televisione.

Gli effetti della televisione sul sonno

Uno dei motivi per cui dopo cena si fatica a chiudere occhio, infatti, è proprio la televisione. La curiosità ci spinge a restare svegli fino a tardi per scoprire cosa succede dopo. Inoltre la violenza, le scene splatter e/o la suspense possono provocare una forte sensazione di ansia che ci rende agitati impattando negativamente sul riposo notturno. Ma nessuno di questi è in realtà l'effetto che dovrebbe preoccuparci di più.

Il problema serio è, invece, la luce luminosa che lo schermo TV emette. Si tratta di qualcosa che può effettivamente rendere difficoltoso il riposo notturno. Noi tutti, infatti, possediamo un orologio biologico interno che segue il ciclo solare. La sera, cominciamo a produrre un ormone chiamato melatonina che gradualmente influisce sul nostro senso di stanchezza rendendolo sempre più intenso. I livelli di questa molecola continuano ad aumentare nel corso della notte favorendo il riposo notturno fino al mattino seguente. La melatonina si dissipa nelle prime ore del mattino e si dissolve completamente alla luce dell'alba.

Le luci artificiali

L'avvento dell'elettricità ci ha allontanati dalla necessità di affidarci alla Natura per capire l'esatto momento in cui svegliarci e addormentarci. L'uso crescente di schermi come ad esempio quelli televisivi, dei computer,  dei tablet e degli smartphone, è diventato un problema serio per il riposo notturno. Questo perché detti prodotti emettono un particolare tipo di luce blu in grado di inibire il cervello per quanto riguarda la produzione e il rilascio di melatonina.

Anche se percepiamo un forte senso di stanchezza mentre guardiamo la TV, non siamo assolutamente immuni dagli effetti collaterali. Potremmo addirittura riuscire ad addormentarci, ma il riposo notturno, purtroppo, potrebbe ancora subire l'influenza negativa della luce blu la quale è in grado di ritardare l'insorgenza del sonno REM e di farci sentire, di conseguenza, sonnolenti il mattino seguente.

Per riuscire a riposare meglio, possiamo fingere di vivere quando ancora non esistevano questi schermi. Si potrebbe decidere di leggere un libro (cartaceo), di scrivere un diario o, tutt'al più, di chiacchierare con il proprio partner. Se l'idea di perdere i tuoi programmi preferiti ti rattrista , allora prendi in considerazione il seguente suggerimento: registra lo spettacolo e guardalo la notte seguente, un'ora prima del solito, in modo da poterti preparare per una buona notte di sonno.

PRODOTTI DORMIDEA