Quale è la definizione più corretta di insonnia? Si tratta di un disturbo che rende difficile riposare bene. Chi ne è affetto purtroppo percepisce il proprio sonno come di scarsa qualità a tal punto da arrivare addirittura a compromettere le normali attività giornaliere. Il più delle volte si fa risalire l'origine del problema al sistema letto, nello specifico alla tipologia materasso non in grado di soddisfare pienamente le esigenze di chi lo adopera oppure all'usura dello stesso. Perché si attribuisce tanta importanza al materasso? A causa dei capillari, ossia di piccoli vasi sanguigni che se sottoposti ad eccessivo peso causano una riduzione del flusso sanguigno. Questa difficoltà viene segnalata al cervello il quale per ripristinare una corretta circolazione ematica suggerisce all'organismo di cambiare posizione causando, di conseguenza, anche un risveglio notturno che spesse volte sfocia nella difficoltà a riaddormentarsi.

COME SCEGLIERE IL MATERASSO CONTRO L'INSONNIA

Prima di entrare nel vivo del discorso è opportuno stabilire una semplice verità: non esiste una tipologia di materasso oggettivamente adatta a combattere l'insonnia. Ogni persona, infatti, necessita di personali e specifiche caratteristiche in grado di rendere più confortevole e, di conseguenza, meno problematico il riposo notturno. Il materasso ideale in tal senso non dovrebbe mai superare i 10 anni di vita e soprattutto dovrebbe essere in grado di ridurre i punti di pressione sul corpo. Quindi nell'esatto momento in cui si decide di partire alla ricerca del giaciglio perfetto per combattere l'insonnia,  è necessario riflettere bene sulle caratteristiche funzionali di cui si ha bisogno per ottenere un sonno duraturo e soprattutto ristoratore durante la notte. E' vero che non esiste il materasso ideale, ma è altrettanto sacrosanto che persone affette da determinate patologie riescono a riposare meglio su prodotti specifici. Gli utenti finali che, ad esempio, soffrono di fastidi alla schiena, trovano sollievo nel dormire su un materasso che non sia né troppo rigido ma nemmeno troppo morbido. Coloro i quali, invece, sono affetti da apnee notturne o ernia iatale dovrebbero rivolgersi ad una rete regolabile in modo tale da tenere la testa sollevata durante il riposo notturno. Gli asmatici poi farebbero bene ad acquistare un materasso ipoallergenico. Come si evince dagli esempi, ognuno di noi abbisogna di un particolare tipo di prodotto per riuscire a vincere il nemico numero uno del sonno. Non è importante concentrarsi sulla marca né tanto meno sul prezzo. E' vitale invece dare un nome alla causa principe che scatena l'insonnia in modo tale da porvi rimedio.